In assenza di consenso informato il medico risponde di danno erariale

Novità

[ archivio novità ]

27/05/2010
IL MEDICO RISPONDE DI DANNO ERARIALE IN ASSENZA DI CONSENSO INFORMATO

Secondo quanto affermato dalla sezione giurisdizionale della Corte dei Conti siciliana, con sentenza n. 828/2010, il medico che non ha informato correttamente il paziente sulla caratteristiche e sui rischi di un intervento chirurgico, risponde delle eventuali conseguenze nocive di quest'ultimo, anche se eseguito con la massima diligenza. Così agendo, infatti, egli tralascia quelle cautele che costituiscono lo standard minimo di diligenza richiesto, adottando una condotta caratterizzata da colpa grave e, come tale, sanzionabile dalla magistratura contabile. Secondo la Corte, il medico non può intervenire sul paziente senza avere ricevuto il consenso informato, quale «presupposto ineludibile per un corretto esercizio dell'attività medica».

 

DIRITTO D’ACCESSO AL LIBRO SOCI PER GLI INDIRIZZI Aggiornata la tabella in vigore dal 2007. Molte voci in diminuzione Riflessi dichiarativi delle rivalutazioni degli immobili AUTOTUTELA BOOMERANG PER IL FISCO STATO DI FAMIGLIA SENZA IMPOSTE CONTANTI OLTRE 5MILA EURO, SANZIONE MINIMA 3 MILA EURO NELLE SRL ASSEMBLEE CON GESTIONE AUTONOMA attività di ricerca e sviluppo: credito d'imposta CONTINUITA' AL VAGLIO DEI REVISORI Convegno: mediazione familiare e sistema giudiziario