In assenza di consenso informato il medico risponde di danno erariale

Novità

[ archivio novità ]

27/05/2010
IL MEDICO RISPONDE DI DANNO ERARIALE IN ASSENZA DI CONSENSO INFORMATO

Secondo quanto affermato dalla sezione giurisdizionale della Corte dei Conti siciliana, con sentenza n. 828/2010, il medico che non ha informato correttamente il paziente sulla caratteristiche e sui rischi di un intervento chirurgico, risponde delle eventuali conseguenze nocive di quest'ultimo, anche se eseguito con la massima diligenza. Così agendo, infatti, egli tralascia quelle cautele che costituiscono lo standard minimo di diligenza richiesto, adottando una condotta caratterizzata da colpa grave e, come tale, sanzionabile dalla magistratura contabile. Secondo la Corte, il medico non può intervenire sul paziente senza avere ricevuto il consenso informato, quale «presupposto ineludibile per un corretto esercizio dell'attività medica».

 

L'AUTO? MEGLIO LEASING O NOLEGGIO Corte di Cassazione 21 dicembre 2010 n.25877 MANTENIMENTO DEI FIGLI modello 730 2008 PICCOLI IMPRENDITORI SENZA IRAP MORATORIA BANCARIA ED EFFETTI SUL BILANCIO Privacy. Tutelati gli spot telefonici Caso Eluana Englaro: autorizzato lo stop all'alimentazione artificiale Redditometro di massa per il reale tenore di vita studi di settore: rafforzati gli accertamenti sintetici